Amicodentista: panoramica dentale

Panoramica-dentale

Quello che vedi non è tutto! Carie profonde, cisti, e altre criticità spesso non sono visibili ad occhio nudo anche se ad osservarle è uno specialista. Ad esempio, la maggior parte delle carie si sviluppa all’interno del dente ed esternamente si presenta solo con una macchia microscopica che non permette di rendere l’idea reale del danno in corso. Come fare dunque per indagare approfonditamente sullo stato di salute della bocca? Il dentista dispone di uno strumento: l’ortopantomografo in grado di realizzare una panoramica di tutto il cavo orale.

Non tutti gli studi dentistici dispongono di queste attrezzature che sono costose e sofisticate. Avere tali tecnologie in studio permette di risparmiare tempo al professionista e al paziente perché si può eseguire l’esame nello stesso momento in cui si fa la visita e fare delle valutazioni immediate. In caso contrario il paziente dovrà recarsi presso il servizio sanitario nazionale e richiedere l’esame con notevole allungamento dei tempi.

Che esame è la panoramica dentale?
Panoramica dentaleQuesto esame semplice e indolore tecnicamente è definito ortopantomografia e il macchinario utilizzato è l’ortopantomografo. Si tratta di un’indagine radiografica che ha lo scopo di mostrare, in un’unica immagine, le arcate dentali superiore e inferiore e le ossa mascellari e mandibolari.

Cosa è possibile vedere grazie alla panoramica dentale?

– posizione, individuazione e analisi dei denti del giudizio per valutarne in seguito l’estrazione
– Valutazione dello sviluppo dei denti dei bambini, per ricorrere in tempo a trattamenti ortodontici, estrazioni di denti sovrannumerari o valutare la presenza di quelli permanenti,
– Granulomi e cisti ossee;
– Osservazione dei seni paranasali pre e post intervento implantologico;
– Rilevazione di carie posizionate in posizioni difficili da osservare a occhio nudo;
– Valutazione odontoiatrica in occasione di interventi come gli impianti, sia prima che dopo.

Come funziona l’esame?
L’esame è molto semplice, indolore e rapido per il paziente, dura appena 5 minuti. Il paziente si posiziona, seduto o in piedi, al centro dell’ortopantomografo. Il macchinario gira attorno alla testa del paziente mentre questo stringe tra i denti una placca di plastica che allinea le arcate dentali e appoggia la fronte e le tempie a dei supporti che mantengono ferma la testa.
Il paziente ha solo l’obbligo di mantenersi più fermo possibile e levare accessori che potrebbero alterare l’immagine dei raggi X come piercing, orecchini ecc…
In cosa differisce dunque l’ortopantomografo da una semplice radiografia? Il vantaggio sta proprio nel movimento rotatorio della radiografia che permette di avere una visione totale e completa delle arcate dentali.

Panoramica dentale è pericolosa?
La dose di radiazioni durante questo tipo di esame è molto limitata e non presenta particolari rischi per la salute del paziente. Ne è ovviamente sconsigliato l’abuso e tali tipi di esami andrebbero fatti solo quando effettivamente necessari. Sconsigliato invece è alle mamme nei primi mesi di gravidanza perché possono rappresentare un fattore di rischio per la nascita di un bambino sottopeso. Durante la gravidanza è quindi opportuno impiegare con prudenza la diagnostica radiografica.

Domande o dubbi? Scrivici tramite il form a lato.